Con passione e determinazione LifeGate, oggi Società Benefit, dalla sua nascita nel 2000 ha contribuito a informare e risvegliare le coscienze per diffondere il modello di sviluppo sostenibile.

27 aprile 2020“La sostenibilità mette in relazione il proprio sistema di valori con quello dell’altro e con ciò che sta intorno. Domani 28 aprile festeggiamo i 20 anni, vent’anni dedicati a promuovere la sostenibilità, che per noi rappresenta un autentico stile di vita e un modello economico, definisce il nostro modo di stare nel mondo, incentrato sulla civiltà della coscienza, della consapevolezza e sulla concretezza del fare – il commento di Enea Roveda, CEO di LifeGate – Ringraziamo tutte le persone e le imprese che hanno permesso la realizzazione e la crescita di questa idea con spirito di condivisione e speranza, per costruire insieme a noi un futuro migliore. Questo momento difficile ci ha obbligato a fermarci come individui e come Paese, a riflettere sulla futilità di tante cose che ritenevamo essenziali e credo sarà la scintilla che salverà l’intera umanità o almeno questo è ciò che spero e che mi ripeto ogni giorno”.

Domani LifeGate compie 20 anni, in pieno lockdown il grande evento è necessariamente rimandato, ma è comunque l’occasione per festeggiare e ringraziare la community di cinque milioni di persone e le cinque mila aziende partner che l’hanno accompagnata in questo lungo percorso nella sostenibilità. Con 25 mila contenuti editoriali e 10 milioni di minuti di musica su LifeGate Radio, LifeGate ha informato i lettori e proposto programmi e intrattenimento musicale di qualità. Una società che è cambiata nel tempo e che viene raccontata attraverso gli “Osservatori sullo stile di vita sostenibile”, indagini che da anni offrono una fotografia di come gli italiani e i milanesi applicano i temi della sostenibilità alla visione del futuro e nelle proprie scelte quotidiane.

Per contrastare l’inquinamento e il cambiamento climatico, dal 2000 LifeGate ha lavorato per diffondere il modello di sviluppo sostenibile e il consumo consapevole, anche attraverso progetti concreti, avvalendosi delle tecnologie più avanzate e innovative.

Le piante hanno la capacità di assorbire la CO₂ emessa da qualsiasi attività umana e per questo nasce nel 2001 Impatto Zero®, la prima iniziativa al mondo per l’attuazione volontaria del Protocollo di Kyoto. Negli anni è stato possibile calcolare le emissioni di 400 milioni di prodotti, ridurle quando possibile, e compensare le residue attraverso l’acquisto di crediti di carbonio (carbon credit) generati grazie a programmi di riforestazione, con 80 milioni di metri quadri di foresta tutelata, grazie anche al progetto Foreste in Piedi. Con lo stesso obiettivo, contro il global warming, nel 2005 è nata LifeGate Energy, energia pulita, 100% rinnovabile, italiana e a Impatto Zero®, che negli anni ha fornito 900 GWh a privati e aziende.

A sostegno delle biodiversità sono stateprotette 5 milioni di api con Bee my Future.

Negli ultimi anni la presenza della plastica nei mari ha raggiunto il livello di emergenza, affrontata proponendo LifeGate PlasticLess® che ha consentito, in soli due anni, di raccogliere 25 mila chilogrammi di rifiuti plastici in Italia e in Europa.

Per un futuro che sarà sempre più digitalizzato, è stato lanciato il Sustainability Custom Studio per fornire contenuti esclusivi agli utenti attraverso una media house dedicata ai temi della sostenibilità.

Dai dati del 6° Osservatorio nazionale sullo stile di vita sostenibile, presentato il 22 aprile su osservatorio.lifegate.it, sono 36 milioni gli italiani che hanno allineato il proprio stile di vita alla sostenibilità e questa consapevolezza non può che accelerare il passaggio verso un’economia resiliente e sostenibile.

Torna su