Colpita dalla crisi economica e sanitaria, Milano guarda avanti: l’83% dei cittadini ritiene necessario modificare il proprio stile di vita rendendolo sostenibile

La ricerca condotta annualmente da LifeGate, attiva da vent’anni nel campo della sostenibilità, offre un’analisi sull’interesse, la percezione e l’atteggiamento dei milanesi rispetto ai temi di sostenibilità. I dati vengono confrontati in parallelo con i risultati dell’edizione 2019, con quelli dell’Osservatorio Nazionale dello scorso aprile e con “Roma e la sostenibilità” di giugno.

Milano, 19 novembre 2020 – L’emergenza sanitaria può influenzare l’approccio alla sostenibilità? Sono stati diffusi questa mattina, disponibili su www.lifegate.it/osservatorio, i dati relativi a Milano Sostenibile – 4° Osservatorio sullo stile di vita dei cittadini, la ricerca condotta annualmente da LifeGate, in collaborazione con Eumetra MR per indagare interesse, percezione e atteggiamento dei milanesi rispetto al tema della sostenibilità.

L’indagine è stata realizzata tramite modalità CAWI, nel mese di luglio 2020, quando la curva dei contagi da Covid19 aveva rallentato la sua corsa, su un campione di 843 casi rappresentativo della popolazione milanese maggiorenne, con un segmento appartenente alla Generazione Z (tra i 18 e i 24 anni), al quale è stato sottoposto un questionario che indaga interesse, conoscenza, atteggiamento e comportamenti relativi alla sostenibilità, esplorando il grado di comprensione e il livello di informazione sulle iniziative adottate in merito dal Comune.

Confrontati in parallelo con i risultati dell’edizione 2019, con quelli dell’Osservatorio Nazionale dello scorso aprile e con “Roma e la sostenibilità” di giugno, i risultati mostrano come il lockdown abbia spostato, dal 75% del 2019 al 69%, la percentuale dei milanesi (76% Gen Z), coinvolti in prima persona con i temi della sostenibilità, pari a 960 mila cittadini, con +5% degli appassionati e +6% dei disinteressati.

Da questo 4° Osservatorio, l’83% dei cittadini ritiene necessario modificare il proprio stile di vita rendendolosostenibile, dato che arriva al 90% all’interno del segmento dedicato ai più giovani.

“Questo momento drammatico ci ha obbligato a fermarci come individui e come Paese ma è anche l’opportunità di ripartire con una nuova consapevolezza. Ormai è chiaro a tutti come non sia più possibile continuare il percorso intrapreso – il commento di Enea Roveda, CEO di LifeGate – Le persone si stanno impegnando nel cambiamento, lo vediamo dai numeri dell’Osservatorio, solo attraverso l’impegno di tutti, la salute del Pianeta e la qualità della vita andrà di pari passo”.

“Dalla ricerca abbiamo visto che 960 mila milanesi sono coinvolti nelle questioni di sostenibilità – ha sottolineato Renato Mannheimer di Eumetra MRLa sensibilità a questi temi è molto diffusa e, soprattutto tra i giovani della Generazione Z, è un sentimento ancora più forte e sentito”.

L’hub digitale, www.lifegate.it/osservatorio, ricco di contenuti di approfondimento on demand, sulle tematiche affrontate nello studio e sugli aspetti connessi all’attualità, fornisce spunti e riflessioni legati alla sempre maggior consapevolezza dei milanesi rispetto al concetto di sostenibilità.

In particolare, dai risultati della ricerca, si evince come lo stile di vita sostenibile venga applicato nel quotidiano e le filiere responsabili siano privilegiate al momento dell’acquisto.

Offrono il loro sguardo sul futuro con interventi video disponibili sulla piattaforma: Gianni Canova, critico cinematografico e Rettore dell’università Iulm, Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Anna Gastel, Presidente MiTo, Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza della Commissione Europea a Milano, Giada Lonati, Direttrice Sociosanitaria di Vidas, Gherardo Magri, Amministratore Delegato Vaillant Group Italia, Renato Mannheimer, Istituto di Ricerca Eumetra MR, Luca Morari, Vice President Southern Europe Ricola & CEO Divita, Livia Pomodoro, Presidente Milan Center for Food Law and Policy, Paul Renda, Presidente Giovani Imprenditori di Assolombarda, Enea Roveda, Amministratore Delegato Gruppo LifeGate, Simona Roveda, Direttore Editoriale e Comunicazione LifeGate, Carlo Sangalli, Presidente Confcommercio e Lorenzo Tadini, Direttore Commerciale BWT Italia.

Torna su